Castelletto

Il Castelletto del comune di Cappella Maggiore

Descrizione

Il Castelletto, ricostruito nel X secolo dopo i danni subiti dalle invasioni degli Ungari, fu probabilmente una delle fortezze che sorsero, come punti strategici di controllo del territorio, nella zona del Cenedese intorno al IV-V secolo d.C.
Tuttavia, studi recenti hanno messo in dubbio la sua origine. Secondo le ricerche di Antonio Salvador, infatti, il Castelletto non sarebbe un Castrum medievale, bensì una villa rinascimentale  fortificata di campagna.
Oggi viene utilizzato come luogo di eventi: cene aziendali, matrimoni, ricevimenti e banchetti.

Intorno al IV e V sec. d.C. a seguito delle continue invasioni di barbari ed altre popolazioni sorgevano sulle colline della zona fortezze e castelli dai nomi suggestivi: Castello di Re Matrucco, Castrum Theodorici e, sulle colline di Cappella, l'antico Castelletto. Queste costruzioni erano tutte collegate fra di loro e con la chiesa "Santissima" o "Mattarella" dall'antica strada panoramica collinare denominata "Valeria" di probabili origini paleovenete, della quale esiste tuttora un breve tratto. Alcuni scavi effettuati lungo i percorsi di queste vie hanno permesso di portare alla luce numerosi reperti storici. Diversi indizi fanno inoltre presumere che dal Castelletto partissero anche dei collegamenti sotterranei per garantire la comunicazione e vie di fuga verso le altre fortificazioni del luogo.

Il Castelletto, oltre che punto strategico di controllo del territorio, diede rifugio sia durante le invasioni barbariche, sia durante le incursioni degli Ungari e cinque secoli dopo dei Turchi. In particolare a seguito dei danni causati dagli Ungari fu ricostruito nel X sec. d.C.

 

Galleria immagini


Modalità accesso

Informazione non disponibile


Indirizzo

Via Carrettuzza, 52, 31012 Cappella maggiore TV


CAP

31012



Ultimo aggiornamento

21/11/2023, 11:45
Salta al contenuto principale